LE RACCOMANDAZIONI DELLE SOCIETA’ SCIENTIFICHE

Lo screening della Fibrillazione Atriale attraverso la misurazione della pressione arteriosa è raccomandato dalle più importanti società scientifiche nazionali ed internazionali.

Ad oggi tutte le evidenze scientifiche si riferiscono alla tecnologia Microlife AFIB Sens* tra cui:

 

NICE – National Institute for Health and Care Excellence

Microlife WatchBP Home A, dotato di algoritmo Microlife AFIB Sens per lo screening della Fibrillazione Atriale, è stato raccomandato dalle linee guida NICEDiagnosis and assessement of hypertension(1) per l’utilizzo quotidiano nel “primary care”. Sono state inoltre redatte specifiche linee guida all’utilizzo dei prodotti dotati della tecnologia Microlife AFIB Sens “WatchBP Home A for opportunistically detecting atrial fibrillation during diagnosis and monitoring of hypertension(2).

 

SIMG – Società Italiana di Medicina Generale

La Guida Pratica SIMG, “Fibrillazione Atriale in Medicina Generale” (3), raccomanda un opportuno screening Fibrillazione Atriale con apparecchi per misurare la pressione dotati di algoritmo validato in grado di segnalare una possibile Fibrillazione Atriale, sia per l’utilizzo ambulatoriale che domiciliare.

«Bisogna valutare il polso con strategia occasionale ogni volta che si misura la pressione arteriosa. Se medico o paziente usano apparecchi automatici, questi devono essere dotati di algoritmo validato in grado di segnalare una possibile Fibrillazione Atriale.»

 

SIIA – Società Italiana Ipertensione Arteriosa

SIIA raccomanda lo screening opportunistico della Fibrillazione Atriale con un apparecchio per misurare la Pressione Arteriosa validato per questa rilevazione.

«È raccomandabile, durante la misurazione, verificare la presenza o meno di possibili aritmie come la fibrillazione atriale (fattore di rischio ICTUS) con apparecchi dotati di algoritmo validato per questa rilevazione”.»

 

1 NICE, National Institute for Health and Care Excellence. Diagnosis and assessment of hypertension. 2013. https://pathways.nice.org.uk/pathways/hypertension, 2013

2 NICE, National Institute for Health and Care Excellence. WatchBP Home A for opportunistically detecting atrial fibrillation during diagnosis and monitoring of hypertension. 2013. https://www.nice.org.uk/guidance/MTG13

3 Battigelli D, Brignoli O, Ermini G, Filippi A, Guillaro B, Giustini SE. Serie Editoriale Disease Management. Società Italiana di Medicina Generale (SIMG). Fibrillazione Atriale in Medicina Generale. 2013.

L’IMPORTANZA DELLO SCREENING DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE

In circa 1/3 dei casi la Fibrillazione Atriale rimane asintomatica e non è diagnosticata. Tuttavia è stato dimostrato che una rilevazione precoce della Fibrillazione Atriale può portare a una diagnosi e a una terapia con anticoagulanti che può ridurre significativamente il rischio ICTUS e il rischio di morte.

I nuovi algoritmi di rilevamento della Fibrillazione Atriale hanno dimostrato di avere un’elevata sensibilità e specificità (>95%) per rilevare questa particolare aritmia cardiaca, rendendo di fatto lo screening della Fibrillazione Atriale una buona abitudine alla portata di tutti, senza appesantire il carico di lavoro del personale sanitario.

Per fare prevenzione del rischio ICTUS è sufficiente dotarsi di un misuratore di pressione validato per la rilevazione della Fibrillazione Atriale: è semplice da utilizzare e piuttosto preciso. Chi preferisce può anche rivolgersi al proprio farmacista di fiducia. Così come è consigliato un monitoraggio regolare della pressione arteriosa, del colesterolo e della glicemia, anche la Fibrillazione Atriale può essere monitorata e individuata precocemente.

Solo se individuata una possibile aritmia a casa o in farmacia, il paziente si rivolgerà al medico ed effettuerà tutti gli esami di approfondimento necessari per arrivare a una diagnosi di Fibrillazione Atriale e a un’eventuale terapia, senza appesantire il Sistema Sanitario Nazionale.

Generare il sospetto di Fibrillazione Atriale con lo screening è importante ma deve essere seguito dal controllo del medico, che effettuerà gli accertamenti necessari per giungere alla diagnosi di Fibrillazione Atriale.

Lo screening e la diagnosi precoce della Fibrillazione Atriale, seguiti da appropriati trattamenti, possono ridurre del 68%la possibilità di avere un ICTUS.

La speranza è che in futuro lo screening della Fibrillazione Atriale possa diventare parte della vita quotidiana di molte persone, come oggi lo è la misurazione della pressione arteriosa.

In circa 1/3 dei casi la Fibrillazione Atriale rimane asintomatica e non è diagnosticata. Tuttavia è stato dimostrato che una rilevazione precoce della Fibrillazione Atriale può portare a una diagnosi e a una terapia con anticoagulanti che può ridurre significativamente il rischio ICTUS e il rischio di morte.

I nuovi algoritmi di rilevamento della Fibrillazione Atriale hanno dimostrato di avere un’elevata sensibilità e specificità (>95%) per rilevare questa particolare aritmia cardiaca, rendendo di fatto lo screening della Fibrillazione Atriale una buona abitudine alla portata di tutti, senza appesantire il carico di lavoro del personale sanitario.

Per fare prevenzione del rischio ICTUS è sufficiente dotarsi di un misuratore di pressione validato per la rilevazione della Fibrillazione Atriale: è semplice da utilizzare e piuttosto preciso. Chi preferisce può anche rivolgersi al proprio farmacista di fiducia. Così come è consigliato un monitoraggio regolare della pressione arteriosa, del colesterolo e della glicemia, anche la Fibrillazione Atriale può essere monitorata e individuata precocemente.

Solo se individuata una possibile aritmia a casa o in farmacia, il paziente si rivolgerà al medico ed effettuerà tutti gli esami di approfondimento necessari per arrivare a una diagnosi di Fibrillazione Atriale e a un’eventuale terapia, senza appesantire il Sistema Sanitario Nazionale.

Generare il sospetto di Fibrillazione Atriale con lo screening è importante ma deve essere seguito dal controllo del medico, che effettuerà gli accertamenti necessari per giungere alla diagnosi di Fibrillazione Atriale.

Lo screening e la diagnosi precoce della Fibrillazione Atriale, seguiti da appropriati trattamenti, possono ridurre del 68%la possibilità di avere un ICTUS.

La speranza è che in futuro lo screening della Fibrillazione Atriale possa diventare parte della vita quotidiana di molte persone, come oggi lo è la misurazione della pressione arteriosa.

screening fibrillazione atriale

PERCHE’ SCEGLIERE UN MISURATORE DELLA PRESSIONE CON LA RILEVAZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE

Misurare solo la pressione non basta! La Fibrillazione Atriale è uno dei maggiori fattori di rischio ICTUS ed è possibile controllarla facilmente e in maniera affidabile con una semplice misurazione della pressione arteriosa.

Non avere paura di scoprire se hai o meno la Fibrillazione Atriale, perché questo è il primo passo verso la prevenzione dell’ICTUS!

Top