COME PREVENIRE L'ICTUS

L’ICTUS si può prevenire in due modi: cambiando stile di vita, adottando abitudini più sane ed eseguendo regolarmente esami di screening e controllo di pressione arteriosa, fibrillazione atriale, glicemia e colesterolo.

Lo stile di vita è la base di partenza di ogni azione di prevenzione dell’ICTUS perché è da lì che deriva la presenza o meno dei principali fattori di rischio ICTUS, che sono perlopiù modificabili o curabili.

Ecco le tre cose da fare per prevenire l’ICTUS nello svolgimento della propria vita quotidiana.

SMETTERE DI FUMARE

Abbandonare la sigaretta riduce con effetti quasi immediati il rischio di incorrere in un ICTUS. In Italia circa il 27% degli uomini e il 19% delle donne fuma, con grave danno per loro stessi e per chi gli sta intorno a causa del fumo passivo. Dopo 5 anni da quando si smette di fumare, il rischio ICTUS si riduce al pari di quello di un non fumatore, per cui vale sempre la pena smettere di fumare, a qualunque età!

SEGUIRE UNA DIETA EQUILIBRATA

L’alimentazione ha una grandissima influenza sulla salute e sul benessere ed è responsabile di molti dei fattori di rischio ICTUS come diabete, colesterolo alto, ipertensione e sovrappeso.
Una dieta equilibrata prevede la riduzione del consumo di grassi e condimenti di origine animale, privilegiando i grassi di origine vegetale come l’olio extravergine d’oliva, la riduzione del consumo di carni rosse, fritti e zucchero, aumentando il consumo di pesce, frutta e verdura, cereali integrali e legumi. Occorre anche ridurre fortemente il consumo di sale e limitare gli alcolici.

Una dieta sana ed equilibrata contribuisce anche a ridurre il peso corporeo, un’altra buona norma nella prevenzione dell’ICTUS.

FARE MOVIMENTO

Il 43% degli Italiani non svolge nessun tipo di attività fisica nel tempo libero. Questo dato è allarmante, perché l’attività fisica moderata dovrebbe essere alla base di uno stile di vita sano.

Ognuno deve scegliere l’attività fisica più adatta al proprio fisico, alla propria età, alle eventuali patologie: il nuoto o la camminata veloce per almeno 3 volte a settimana sono l’ideale per tutti.
Un’attività fisica regolare consente di moderare il peso, abbassare la pressione, ridurre il colesterolo cattivo a favore di quello buono, diminuire i grassi nel sangue e rafforzare i vasi sanguigni. In poche parole l’attività fisica è fondamentale per ridurre i fattori di rischio ICTUS.

fattori rischio pressione alta
Top