SINTOMI DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE

I sintomi della Fibrillazione Atriale sono:

  • senso di battito cardiaco “strano”, irregolare e/o veloce;
  • difficoltà nel respirare sotto sforzo (dispnea);
  • facile affaticamento (astenia);
  • sensazione di mancamento o vertigine.

Molte persone però non presentano sintomi e hanno una frequenza cardiaca non eccessiva.

La Fibrillazione Atriale asintomatica è particolarmente pericolosa perché la persona che ne soffre non viene avvertita dal proprio corpo. Naturalmente soffrirne senza saperlo vuol dire non curarla, aumentando notevolmente il rischio ICTUS.

Oltre il 90% degli episodi di Fibrillazione Atriale è asintomatico e in circa il 30% dei pazienti viene diagnosticato incidentalmente quando è ricoverato in ospedale per altre ragioni, incluso l’ICTUS.

Recenti studi hanno dimostrato che oltre il 10% degli ICTUS è causato da Fibrillazione Atriale asintomatica. In questi casi la prima diagnosi di Fibrillazione Atriale avviene solo dopo aver subìto un ICTUS.

sintomi fibrillazione atriale

FATTORI DI RISCHIO FIBRILLAZIONE ATRIALE

Non ci sono cause certe della Fibrillazione Atriale. Oltre a una predisposizione genetica e all’età, la Fibrillazione Atriale può essere legata anche a danni alla struttura cardiaca in seguito a infarto o cardiopatia valvolare. Ulteriori possibili cause sono la presenza di altre patologie cardiovascolari, l’ipertensione, il sovrappeso e l’eccesso di attività sportiva agonistica.
In realtà anche i soggetti senza problemi cardiaci possono sviluppare una Fibrillazione Atriale.

CHI È A RISCHIO FIBRILLAZIONE ATRIALE

La Fibrillazione Atriale colpisce mediamente il 2% degli adulti. I rischi della Fibrillazione Atriale crescono con l’età: 1 persona su 4, oltre i 40 anni, presenta elementi di rischio per la comparsa di Fibrillazione Atriale.

Nello specifico, i fattori di rischio di Fibrillazione Atriale sono:

  • età oltre 65 anni;
  • ipertensione;
  • obesità;
  • diabete;
  • problemi cardiaci;
  • disfunzione tiroidea;
  • apnee notturne;
  • broncopneumopatie croniche ostruttive;
  • insufficienza renale;
  • abuso di bevande alcoliche e cocaina.

Ipertensione

Diabete

Età

Top